Hai mai pensato che la noia fa bene a tuo figlio?

Troppi impegni non fanno bene alla crescita dei bambini: benvenuta noia!

Scuola, rientri, doposcuola, scuola calcio, palestra… ma quanti impegni hanno questi bambini? Hai mai pensato che anche i bambini hanno bisogno di un po’ di tempo libero? Invece noi adulti gli pianifichiamo tutta la vita. Sapevi che la noia fa bene a tuo figlio?

La noia fa bene!

la noia fa bene a tuo figlio
La noia è una fedele amica per i bambini che stanno crescendo (https://www.pianetamamma.it)

Ormai sono numerosi gli studi conclusi da esperti di sviluppo infantile e psicologi riguardo l’argomento “noia”. Tutti gli studi sono stati conclusi con la medesima soluzione: bisogna lasciare i figli più libri di annoiarsi, senza troppe attenzioni o ansie. Ciò non significa assolutamente che non dobbiamo prenderci cura dei più piccoli. Sta a significare che anche loro hanno il diritto di godersi un momento in cui occupare il tempo con attività libere. Evitare di riempire ogni singolo minuto della giornata del bambino gli impedisce di imparare da solo ad organizzarsi. Lasciare qualche ora vuota, permette al bimbo di gestirsi autonomamente. Il gioco e la sperimentazione libera aiuta il bambino ad imparare a risolvere i problemi autonomamente. Infatti, il gioco libero e la sperimentazione autonoma singola o con altri coetanei, permette al bambino di raggiungere degli obbiettivi di crescita e sviluppo maggiori e più completi, di chi invece ha il tempo completamente organizzato in attività sportive o extrascolastiche preimpostate.

Scegliere come dividere il tempo libero

la noia fa bene a tuo figlio
Organizziamo il tempo dei bambini lasciandogli il tempo per i loro giochi e la creatività (http://www.bambinonaturale.it)

Le cosiddette “mamme tigri”, cioè coloro che tendono a riempire di impegni gli spazi vuoti delle giornate dei propri figli, ovviamente lo fanno con scopi bene precisi. Ma sfortunatamente non sempre è un atteggiamento positivo. Come per ogni cosa, bisogna trovare il giusto equilibrio. Fare sport o attività artistiche pomeridiane, per un bambino è una cosa molto positiva. L’importante è che non vadano a riempire ogni attimo della sua vita. Decidere di segnare il proprio figlio ad un corso ludico-sportivo o artistico è importante. Ma bisogna scegliere! Se vostro figlio già frequenta una scuola calcio, due volte a settimana, ad esempio, potete iscriverlo ad un corso di pianoforte un solo giorno a settimana. Per il resto del tempo, lasciate che si “annoi”! Lasciate che sia lui a crearsi degli interessi, senza proporgli altre attività. Ovviamente questo non significa che debba trascorrere il tempo libero davanti alla tv o al pc, assolutamente no. Il tempo libero è un momento che deve essere dedicato al gioco (costruttivo). Che sia in compagnia o da solo non importa, importa che sappia organizzarsi, giocare e creare autonomamente.

Potrebbe interessarti anche:

Lasciaci un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here