Perché fare teatro rende felice i nostri bambini?

0
7

Il teatro è un oblò magico attraverso il quale il bambino inizia a vedere il mondo sotto ogni prospettiva, imparando a muovervi i primi passi.

“Benvenuti a teatro. Dove tutto è finto ma niente è falso”

Gigi Proietti

Perché avvicinare i bambini al teatro?

teatro
l’importanza del teatro (http://zebrart.it)

Il teatro è l’insieme delle arti più nobili. Attraverso la recitazione, la danza, i colori e le musiche, si riesce a raccontare eventi quotidiani in chiave tragica o comica. Come sosteneva Pirandello, infatti, tutti noi recitiamo ogni giorno, diventando “Uno, nessuno e centomila”. Dato che recitare aiuta a scoprire se stessi e affrontare il mondo là fuori, far approcciare i bambini a questa arte è una soluzione a molte problematiche.

In determinati casi, inoltre, il teatro viene utilizzato come mezzo terapeutico. Infatti, in presenza di una personalità altamente timida, o iperattiva, è consigliato intraprendere un’attività teatrale. Essa può aiutare a far fronte a queste problematicità che, a lungo andare, potrebbero risultare gravose per la quotidianità e la stabilità della persona.

Gli effetti benefici di un corso teatrale

teatro
i benefici di un laboratorio teatrale (http://blog.radisson.ru)

Il teatro e la recitazione sono percorsi lunghi, lenti e introspettivi. Prima dello “spettacolo finale” a cui partecipano gli spettatori, c’è un lavoro che va a toccare l’attore, la persona, in profondo. Questo percorso aiuta ad intraprendere anche una crescita personale.

Prima di tutto, attraverso un corso di teatro, un bambino può imparare cos’è veramente la condivisione, la socializzazione e l’aiuto reciproco. Un gruppo di teatro, difatti, è un insieme di persone che andranno a lavorare fianco a fianco per creare qualcosa di bello. In questo contesto bisognerà aiutarsi l’uno con l’altro, conoscersi meglio essere un tutt’uno. Questo vuol dire anche vivere emozioni intense, e di conseguenza, apprendere come gestirle. Saper affrontare le proprie emozioni, e gestire l’emergere delle stesse sin da piccoli, è un grande passo verso il divenire un adulto sicuro di sé e capace. La sicurezza in se stessi e nelle proprie capacità, ovviamente, aiuta ad accrescere l’autostima. Inoltre recitando ci si deve confrontare con un numero importante di persone, anche estranee, questo fa aumentare la sicurezza, imparando così ad affrontare senza timori il mondo, gli altri e i loro giudizi.

[mom]

In più, un corso di teatro è un valoroso supporto culturale, in quanto attraverso esso si apprende il gusto della lettura, la scoperta della storia e di un lessico più ampio. Proprio riguardo l’aspetto linguistico, il teatro è spesso protagonista di percorsi educativi, inclusivi e rieducativi, poiché mezzo attraverso il quale apprendere la lingua (se stranieri), o superare disturbi come la dislessia.

A che età si può iniziare un corso?

teatro
quando iniziare un laboratorio teatrale (http://art-o.it)

Solitamente i corsi teatrali più comuni aprono le loro porte a bambini che sappiano già leggere (6 anni circa). Fortunatamente, infatti, dalle scuole elementari alle medie superiori, si propongono diverse attività extrascolastiche legate al teatro. Anche nelle scuole materne e negli asili nidi stanno iniziando a prendere piede delle attività ricreative basate sul teatro. Sfortunatamente l’importanza di queste attività sin dai primi anni di vita del bambino, in Italia, è stata compresa in modo tardivo rispetto ad altre nazioni europee. Ma pian piano ci stiamo adeguando anche a questi progetti educativi assai propositivi.

Potrebbe interessarti anche: