Vaccini: è giusto o sbagliato vaccinare tuo figlio?

“Già a decorrere dall’anno scolastico in corso, trova applicazione la regola secondo cui, per accedere ai servizi educativi per l’infanzia e alle scuole dell’infanzia, occorre presentare la documentazione che provi l’avvenuta vaccinazione”

Nota del Consiglio di Stato

Cosa sono i vaccini?

vaccini
cosa sono i vaccini? (http://www.naturopataonline.org)

Sappiamo veramente tutti cos’è un vaccino? Il vaccino è un preparato che ha la capacità di indurre una risposta immunitaria specifica contro un virus, o un batterio, o parassita. I vaccini sono stati concepiti per prevenire la diffusione di malattie infettive. Essi possono essere formati da microrganismi in grado cioè di indurre la risposta immune ma non la patologia, oppure contenere microrganismi uccisi o componenti di essi. Lo scopo principale della vaccinazione è ridurre la circolazione della malattia. Per far si che questo avvenga bisogna andare ad aumentare le difese dell’organismo contro gli agenti infettivi. Ovviamente, come ogni cosa, anche i vaccini potrebbero presentare degli effetti collaterali, derivanti da errori di preparazione (ricordiamoci che siamo tutti umani) o da particolari ipersensibilità intrinseche del paziente che non possono essere conosciute prima della somministrazione del preparato.

Perché è giusto fare i vaccini?

vaccini
perchè fare i vaccini? (http://www.udinetoday.it)

Nell’ultimo secolo, grazie alle vaccinazioni si è potuto migliorare in modo radicale lo stato di saluto e di vita di molte popolazioni del mondo (in particolar modo il mondo occidentale). Grazie ai vaccini, e quindi, ad un processo di prevenzione, il numero di morti, disabilità ed epidemie sono state debellate. Per poter continuare a migliorare ulteriormente la vita eliminando altre malattie, che ancora oggi affliggono il nostro pianeta, occorre vaccinare più persone possibili. La vaccinazione permette anche a malattie già debellate di non ripresentarsi, come invece è successo per il morbillo o la polio. Queste malattie, infatti, sono ritornate a causa di un notevole numero di persone non vaccinate. Le vaccinazioni quindi, sono una valida difesa non solo per il singolo ma per l’intera comunità.

Non ci sono vaccini efficaci al 100%, ma se la percentuale di persone vaccinate supera una certa soglia la malattia sarà debellata. Questo fenomeno in inglese è definito herd immunity ( immunità di gregge). Se in una comunità, la maggiorparte della popolazione è stata correttamente vaccinata, proteggerà anche coloro che non lo sono ancora stati perché troppo piccoli (i bambini).

Quali sono le controindicazioni?

vaccini
controindicazioni dei vaccini (https://images.wired.it)

D’altra parte, molti genitori, medici ed associazioni, hanno puntato il dito contro i vaccini. La causa dell’ostilità contro le vaccinazioni, affonda le proprie radici innanzitutto negli elementi con cui vengono composti. Questi composti contengono elementi potenzialmente pericolosi, come mercurio e alluminio. Per questo è ritenuto una scarica di tossine nocive. Ma non è completamente vero, la composizione cambia a seconda della tipologia del vaccino: ogni preparato è a sé stante.

[mom]

Inoltre, la visione negativa che molte persone hanno dei vaccini è stata alimentata da diversi casi di encefalite, atrofia muscolare, broncopolmonite, encefalopatia, cerebropatia, distrofia muscolare neurogena, poliomielite acuta. Come spiegato precedentemente questi casi sono molto rari, in più accadono solo in casi in cui il paziente fosse stato affetto da una particolare ipersensibilità. In più molti sostenitori del NO ai vaccini contestano l’aspetto economico che ruota attorno ad essi, in quanto rappresentano una forte risorsa economica poiché sono un prodotto altamente venduto con un tasso pubblicitario minimo.

Potrebbe interessarti anche: