Scopriamo insieme alcune regole che tutti i genitori dovrebbero sapere riguardo l’utilizzo del ciuccio. Ecco tutti i pro ed i contro e alcuni consigli utili.

Ciuccio si o ciuccio no?

Vi è mai capitato durante un’ecografia di vedere il vostro bambino succhiarsi il pollice? La suzione è il primo istinto spontaneo che un neonato ha soprattutto subito dopo la nascita, che gli permette di nutrirsi attraverso il seno della mamma o con un biberon.

Nei primi mesi di vita, il neonato dedica la maggio parte del tempo a succhiare, sia che si tratti del seno, che del ciuccio o del biberon, e questo atto spontaneo procura piacevoli sensazioni. Per questo motivo, abituarlo a cercare il ciuccio non è dannoso:l’importante è non abusarne, per non renderne poi troppo difficile l’abbandono.

Ciuccio si o ciuccio no? Ecco alcune regole da sapere
Per la maggior parte delle mamme, il ciuccio è uno dei prodotti miracolosi che rendono più facile la vita loro e del loro bambino!(http://www.vitadonna.it)

Ciuccio si o ciuccio no? Pro e contro

  • Concilia il sonno e aiuta i neonati che soffrono di coliche gassose.
  • E’ un modo per far sentire protetto il bambino quando i genitori non sono presenti.
  • Un utilizzo contenuto non provoca danni ai denti.
  • Rispetto al pollice, il ciuccio è meno dannoso perché esercita meno pressione ed è più facilmente controllabile il suo utilizzo da parte della mamma che può decidere quando sospenderlo.
  • Nei bambini pretermine non ancora capaci di attaccarsi al seno e alimentati con sondino naso-gastrico, l’uso sistematico del ciuccio può facilitare l’acquisizione della capacità di succhiare e deglutire e quindi di assumere latte dal seno materno e dal biberon.
  • La comunità scientifica concorda sul fatto che far addormentare il bambino con il ciuccio in bocca aiuta a prevenire la SIDS (Sindrome della Morte Improvvisa del Lattante), evento che si verifica più di frequente tra il primo e il sesto mese di vita compiuti.

[mom]

 

Esistono però dei contro…

  • Evitare di mettere il ciuccio in bocca al proprio bambino ogni volta che piange, senza capire la causa del suo pianto: un utilizzo scorretto può provocarne un vizio. Il bambino diventerà così un ciuccio-dipendente e lo riterrà la sua unica fonte di salvezza.
  • Un uso superiore ai due anni di età può provocare un disallineamento dentale.

Ciuccio si o ciuccio no? Ecco alcune regole da sapere

  • Si consiglia di iniziare ad usare il ciuccio a partire dalle 4-6 settimane di vita, quando termina la fase della calibrazione e l’allattamento si è ormai ben avviato.
  • I pediatri consigliano di iniziare a toglierlo intorno ai 10-12 mesi di età.
  • Fino a sei mesi circa di età, il ciuccio va sterilizzato almeno una volta al giorno o quando cade in un ambiente sporco.
  • Possono avere tre forme: a ciliegina, a goccia o anatomici. Ogni bambino ha la sua preferenza, ma in linea di massima quello a ciliegia è il più simile al capezzolo materno. Per questo è più adatto per i neonati, anche pretermine.
Ciuccio si o ciuccio no? Ecco alcune regole da sapere
Philips Avent SCF281/02 Sterilizzatore per Forno a Microonde. In vendita a partire da € 27.00

In linea di massima sono maggiori i punti a favore sull’utilizzo del ciuccio rispetto ai dubbi e alle paure di noi genitori. L’importante è non abusare e non forzare il proprio bambino se non mostra alcun interesse e prenderlo, sputandolo di continuo.



Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)

GRATIS!!! SCARICA LA APP DI MOONDO, SCEGLI GLI ARGOMENTI E PERSONALIZZI IL TUO GIORNALE



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche: