La parodontite è un’infezione delle gengive e dei tessuti che circondano e sostengono i denti e si tratta del secondo e più grave stadio del disturbo gengivale. Vediamo insieme quali sono le cause e cosa occorre fare in caso di parodontite, soprattutto in gravidanza.

Cos’è la parodontite?

La parodontite è un’infezione cronica che colpisce le strutture preposte a sostegno dei denti, il secondo stadio del disturbo gengivale. E’ irreversibile e, al lungo andare, può portare alla caduta perdita dei denti. In gravidanza, il rischio di contrarla aumenta. E’ importante quindi conoscere alcune regole di prevenzione e soprattutto riconoscere alcune avvisaglie per poter agire in tempo.

La parodontite è provocata dall’accumulo della placca batterica al di sopra e a l di sotto del bordo gengivale e può svilupparsi quando la gengiva non viene trattata in modo adeguato. Col tempo, quindi, l’osso e gli altri tessuti che sostengono i denti possono subire danni irreversibili. I danni ai tessuti provocano così la separazione delle gengive dai denti, creando degli spazi in cui può svilupparsi la placca ed infezioni.

parodontite in gravidanza
Parodontite in gravidanza: sintomi e rimedi per prevenirla (www.familydent.it)

Quali sono i sintomi della parodontite?

Prima di arrivare allo sviluppo della parodontite, occorre prestare attenzione ad alcuni campanellini di allarme:

  • Vedere del sangue quando laviamo i denti o sul filo interdentale,
  • Avere l’alito cattivo,
  • Avere le gengive arrossate o gonfie,
  • Abbassamento delle gengive,
  • Spostamento o mobilità dei denti,
  • Sensibilità diffusa al caldo e al freddo.

Se hai uno di questi sintomi, non ignorarli ma rivolgiti presto al tuo dentista di fiducia il quale ti consiglierà le migliori cure per trattare il problema prima che sia troppo tardi.

Cause e fattori di rischio della parodontite

La causa scatenante di questa malattia è di sicuro la scarsa igiene orale quotidiana. Ricordiamo che l’igiene orale è la prima regola di prevenzione e per contrastare il manifestarsi dei primi sintomi. Un altro importante fattore di rischio è il fumo: chi fuma ha le probabilità tre molte maggiori di contrarre la parodontite rispetto ai non fumatori. Non solo, i fumatori risponderanno anche peggio ai trattamenti.

Parodontite in gravidanza

Durante la gravidanza è necessario prestare una maggiore attenzione a denti e gengive. I livelli alti di progesterone e di estradiolo nel sangue, infatti, comportano un alto rischio di infiammazioni gengivali: tessuti e mucose diventano più sensibili. Inoltre, l’incremento di estrogeni influenza il sanguinamento e l’infiammazione gengivale perché aumenta il volume del sangue in circolo. La cosidetta “gengivite gravidica” comunque va prevenuta e curata, per non incombere in conseguenze poco piacevoli, come appunto la perdita dei denti.

L’igiene dentale in gravidanza è più importante che mai perché il fluido crevicolare (il liquido contenente zuccheri e proteine che si trova nel colletto gengivale) aumenta in gravidanza. Ciò comporta quindi l’aumento della placca batterica, alimentando i batteri gram-negativi che causano la parodontite.

Buone regole di igiene orale

Per ridurre il rischio di problemi gengivali occorre mantenere un buon regime di igiene orale, ovvero:

  • Lavarsi i denti almeno due volte al giorno,
  • Utilizzare un dentifricio specifico per i problemi gengivali,
  • usare il filo o uno spazzolino interdentale tutti i giorni,
  • effettuare visite di controllo regolari dal dentista.

Leggi anche “Igiene orale nei bambini: quando e come lavare i denti al tuo bambino?


Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!

Desidero inviare a Moondo una (scegli l'importo)
carte paypal



Potrebbe interessarti anche:
Iscriviti gratuitamente al canale TV:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.