Quando le paroline diventano magiche: grazie, per favore…

Valori sociali, rispetto e reciprocità sono elementi fondamentali per la creazione di una società fatta di donne e uomini liberi e civili, che facciano la differenza. Spesso, però, accade che queste paroline magiche e, di conseguenza i suddetti valori, non siano trasmesse ai bimbi, o perché dati per scontato, oppure perché si pensa che i figli siano ancora troppo piccoli.

Quando le paroline diventano magiche: grazie, per favore...
Le paroline magiche servono ad apprendere il rispetto per gli altri, fondamentale per apprendere il rispetto verso se stessi.
(http://dmnb-lab.blogspot.it)
Quando le paroline diventano magiche.

Queste parole e questi valori, però, devono essere trasmessi ai bambini sin dai loro primi mesi di vita: non è importante che sappiano parlare, poiché il “cervello sociale” di un bambino è ricettivo sin da subito. Esso, infatti, riceve ogni messaggio sia verbale, che non verbale. I bambini sono molto sensibili emotivamente, essi sono geneticamente programmati per immagazzinare tutte le informazioni che ricevono attraverso tutti i gesti quotidiani.

Sicuramente un bambino, nei suoi primi tre anni di vita, non comprende bene il vero significato e valore delle paroline magiche. Ma insegnarle sin da subito porrà delle basi resistenti per accrescere il valore del concetto di rispetto e reciprocità. Questo perché, come spiegava Piaget, dai 2 ai 7 anni i bambini si trovano in una fase di intelligenza intuitiva: cioè, anche non comprendendo a pieno il significato degli atteggiamenti degli adulti, riescono ad andare ben oltre l’apparenza dei fatti scoprendo l’empatia, il senso di giustizia e quindi la reciprocità.

[mom]

 

Buongiorno! Grazie! Per favore! Scusa! Permesso! Buonanotte!

Queste paroline magiche servono ad apprendere il rispetto per gli altri, fondamentale per apprendere il rispetto verso se stessi. Il senso di questi valori sarà compreso appieno dal bambino attorno ai 7 anni, momento in cui si darà vita a relazioni amicali vere! A questo punto, quindi, saranno messi in pratica, tutti gli insegnamenti sinora appresi relativi alla reciprocità: l’uso delle paroline magiche!

Deborah Farinon
Dottoressa in Scienze dell’Educazione

Leggi anche:


Piaciuto l'articolo?

Esprimi il tuo giudizio da 1 a 5 stelle

Media voti espressi / 5. Votanti:

Hai trovato interessante questo articolo...

Condividilo sui tuoi social network

Siamo spiacenti che il nostro articolo non ti sia piaciuto

Aiutaci a crescere e migliorare


La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here