Settimana 20: cura della pelle e “voglie”

E’ importante prendersi cura del proprio corpo e della pelle durante tutta la gravidanza. Giunte alla settimana 20 dovrete avere delle accortezze per evitare smagliature ed altri fastidiosi inestetismi.

Settimana 20: cura della pelle e “voglie”

Già dalla settimana 20 di gravidanza, è possibile che il seno aumenti fino ad arrivare a due taglie in più a fine gravidanza: dovrete quindi accertarvi che sia ben sostenuto, in modo da non cedere, diventando scomodo e pesante. Intorno alla cute dei capezzoli possono formarsi piccole protuberanze: sono ghiandole sebacee che secernono sebo, un lubrificante grasso. Con il progredire della gravidanza, i capezzoli diventano più morbidi e un massaggio delicato li renderà flessuosi e pronti per l’allattamento. Il seno può perdere un liquido giallastro, chiamato colostro, che forma una crosta sui capezzoli: dovrete lavarli ed asciugarli delicatamente e a fondo, almeno due volte al giorno.

Le unghie sono costituite da proteine e sono influenzate dalle variazioni ormonali in corso nel vostro organismo. Di solito crescono più lunghe e più forti durante la gravidanza, ma talvolta si sfogliano e si spezzano. Se succede, tenetele corte e proteggetele indossando guanti durante i lavori o quando le immergete nell’acqua.

settimana 20
Settimana 20: proteggere l’elasticità della pelle (genoma.com)

Settimana 20: proteggere l’elasticità della pelle

Se l’elasticità cutanea viene messa a dura prova dall’aumento di peso, possono formarsi smagliature, che di solito compaiono sul seno, sullo stomaco e nella parte superiore delle cosce sotto forma di sottili linee rossastre. Potete fare poco per evitarle, se non tenere la cute ben idratata e prestare attenzione a non ingrassare troppo. Le smagliature sbiadiscono dopo il parto e si trasformano in lievi line argentee.

La circolazione in gravidanza

Le vene varicose possono essere causate dagli ormoni della gravidanza oppure, nell’ultima fase della pressione dell’utero verso il basso, che ostruisce il flusso ematico dalle gambe al cuore. Benché non siano gravi, possono provocare dolore o intorpidimento alle gambe. Cercate di evitare di stare in pedi a luno e di sollevare i piedi non appena possibile per alleviare eventuali fastidi.

Camminare aiuta la circolazione: indossate calze contenitive quando scendete dal letto al mattino per dare alle gambe maggiore sostegno. Le vene varicose di solito scompaiono poco dopo il parto.

Settimana 20: arrivano  le “voglie”!

Nessuno sa perché alcune donne in gravidanza avvertano voglie particolari, al contrario di altre. I medici non sono concordi; alcuni le riconoscono, altri dubitano che esistano davvero. Se desiderate un determinato cibo, non vi è motivo per non soddisfare questa voglia, con moderazione, ma accertatevi di non escludere altri cibi più nutrienti.

Settimana 20: voi e il vostro corpo

L’ utero si va ingrandendo piuttosto rapidamente e ormai non potete più nascondere il vostro stato. E’ probabile che l’ombelico sia appiattito o sporgente e resterà così fino al parto. I bruciori di stomaco possono diventare un problema perché l’utero inizia a premere contro lo stomaco.

Settimana 20: il bambino cresce

Sulla cute del bambino inizia a formarsi la vernice, una sostanza bianca caseosa che la protegge dal liquido amniotico. Di solito scompare dopo il parto, ma talvolta ne restano tracce. A questo stadio della gravidanza, il feto pesa circa 340 grammi e misura 25,5 centimetri. 

Potrebbe interessarti anche:
Iscriviti gratuitamente al canale TV:

Lasciaci un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.