Perché una persona, soprattutto nei primi anni di vita tende ad avere i tipici tratti caratteriale materni? Il carattere si forma e muta crescendo, ma molto spesso, il bambino trattiene e mantiene col tempo delle sfumature caratteriali simili alla mamma. “Sei come tua madre”: perché i figli assomigliano alle mamme?

Cos’è il carattere?

“Sei come tua madre”: perché i figli assomigliano alle mamme
cos’è il carattere e come si forma? (https://www.ywcanwil.org)

Il carattere in psicologia è definibile come un insieme di doti, particolarità, modi di fare che contraddistinguono l’uno dall’altro. Sono sia caratteristiche che ci appartengono sin dalla nascita, ma anche e soprattutto elementi che si sviluppano crescendo, con le esperienze. Attraverso l’aspetto caratteriale, la persona esprime emozioni e comportamenti intrinsechi attraverso i quali egli si apre al mondo esterno. In parole povere i tratti caratteriali sono delle caratteristiche presenti già alla nascita attraverso il bagaglio genetico con cui veniamo al mondo. Ma crescendo questi aspetti mutano a seconda delle esperienze e degli eventi che colpiscono la persona.

La somiglianza con la mamma

“Sei come tua madre”: perché i figli assomigliano alle mamme
assomigliare alla mamma (https://www.leben-und-erziehen.de)

Quante volte ci si è sentiti dire, in particolar modo da piccoli, “assomigli a tua mamma”. Il più delle volte la somiglianza è riferita ai comportamenti, al modo di fare e parlare. La mamma, infatti, è la donna che dona la vita, ed è, soprattutto colei che per i primi mesi di vita nutrirà e curerà il bambino. Questo significa che per i primi mesi ed anche anni il bambino vivrà emozioni ed esperienze molto forti legate alla mamma.

[mom]

Come detto il carattere si crea non solo con la genetica, ma anche con le esperienze. Per questi motivi la prima realtà che il bambino vive è attraverso la mamma. La madre, in questo momento, diviene modello di vita e quindi anche colei da imitare. Pertanto, comportamenti, modi di fare e pensare, le reazioni e le emozioni, saranno simili a quelle della mamma.

Speranze e paure

“Sei come tua madre”: perché i figli assomigliano alle mamme
speranze e paure che si tramandano da madre in figlio (http://soutaoboa.com)

Come spesso ripetuto, i primi mesi ed anni di vita di un bambino sono fondamentali per lo sviluppo del piccolo. E quindi saranno importanti anche per la formazione del carattere, o quantomeno per porre le basi. Per questo motivo le mamme, durante questo periodo, dovranno fare attenzione a non trasmettere ansie e paure inutili al bambino. Porsi nelle nuove esperienze in modo ansioso e preoccupato, ad esempio, trasmetterà al bambino la paura per le novità. Dato che gran parte del carattere di nostro figlio giunge da noi, quindi, impariamo ad essere esempi positivi. Quando stiamo vicini ai bambini accostiamo le nostre paure. Insegniamo ai nostri figli ad essere positivi, ad essere curiosi e a non avere il timore di vivere le esperienze. Il carattere del bambino muterà crescendo, ovviamente a differenza dei genitori vivrà delle situazioni diverse. Queste esperienze se vissute già con una solida base caratteriale, saranno più semplici da vivere. Un bambino sereno è il frutto di una famiglia felice!


Piaciuto l'articolo?

Esprimi il tuo giudizio da 1 a 5 stelle

Media voti espressi / 5. Votanti:

Hai trovato interessante questo articolo...

Condividilo sui tuoi social network

Siamo spiacenti che il nostro articolo non ti sia piaciuto

Aiutaci a crescere e migliorare


La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:
Deborah Farinon
In volo sulle ali della mia fantasia! Così mi descrivo sin da quando sono una bambina, perché così è come mi sento: sono curiosa e adoro farmi stupire continuamente da ciò che mi circonda, amo la natura, le sfide, la creatività. Tutto questo mi ha permesso di diventare la persona che oggi sono e fare il lavoro dei miei sogni: l’educatrice! Non si deve mai aver paura di mettersi in gioco!!!