Molto spesso le giornate passano e senza che noi ce ne accorgiamo ci sfuggono tanti particolari felici che non torneranno più. Pensando troppo al futuro, ci dimentichiamo il presente: quell’attimo tra prima e dopo. Per evitare che tutto ciò accada e ci sfugga dalle mani, ecco il barattolo della felicità.

La magia del barattolo della felicità

barattolo della felicità
L’importanza del barattolo della felicità in famiglia (http://4.bp.blogspot.com)

Il barattolo della felicità è uno scrigno speciale che può aiutare a rivivere e non dimenticare ogni momento felice. Si tratta di un salvadanaio dei bei ricordi che può essere aperto ogni volta che ne sentiamo il bisogno. Questo barattolo della felicità è un’idea che coinvolge grandi e piccini. Esso è un progetto, dolce, che riunisce tutta la famiglia in un semplice contenitore. Nel barattolo della felicità, infatti, grandi e piccini (aiutati dai grandi nel caso in cui serva) possono inserire un bigliettino con un pensiero felice ogni giorno. Questi pensieri possono riguardare uno o più determinati momenti della giornata, oppure un pensiero gioioso sopraggiunto dal nulla.

Il funzionamento del barattolo della felicità è semplice: l’accortezza più grande è ritagliarsi un momento per voi e per i vostri bambini. Questa “pausa” serve anche ai più piccoli per staccare un po’ dai tanti impegni programmati per loro. Fermatevi, quindi a pensare ai momenti più rilevanti e felici dell’intera giornata. A questo punto annotate su uno o più foglietti i vostri ricordi giornalieri. Ripiegate il fogliettino e mettetelo nel barattolo, ripetete questa prassi ogni giorno e vedrete i frutti a breve. Il barattolo della felicità, infatti, oltre a raccogliere i bei momenti, vi regala la magia del fermarsi a pensare anche solo per pochi minuti! Ogni volta che un barattolo si riempie completamente, createne uno nuovo e conservate il vecchio.

Cosa serve per creare il barattolo della felicità

barattolo della felicità
Il materiale per realizzare un barattolo della felicità (https://www.greenme.it)

Prima di iniziare con la realizzazione del barattolo della felicità, ogni membro della famiglia, deve essere consapevole di ciò che esso rappresenterà per tutti. Dopodiché dovete procurarvi:

  • Un barattolo di vetro abbastanza capiente, con il proprio coperchio
  • Dei fogliettini colorati (che potete realizzare anche voi ritagliando dei cartoncini)
  • Un’etichetta o un fiocco per decorare il barattolo
  • Penne e matite colorate

Come si crea un barattolo della felicità?

barattolo della felicità
Come realizzare il barattolo della felicità (http://data.ba-bamail.com)
  1. Prendere il barattolo, ovviamente più grande è il barattolo maggiore è il numero dei ricordi.
  2. Il barattolo deve essere completo di coperchio su cui applicare delle decorazioni a piacimento, scelte tutti insieme. Realizzare il barattolo insieme all’intero nucleo familiare, lo renderà più speciale. Decorarlo tutti insieme renderà questo oggetto parte della famiglia.
  3. Al fianco del barattolo potete mettere una scatolina per contenere i bigliettini, oppure un sacchettino
  4. Si consiglia di legare intorno alla bocca del barattolo, una penna o un colore con uno spago in modo che ci sarà sempre qualcosa con cui scrivere

Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)

GRATIS!!! SCARICA LA APP DI MOONDO, SCEGLI GLI ARGOMENTI E PERSONALIZZI IL TUO GIORNALE



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:
Deborah Farinon
In volo sulle ali della mia fantasia! Così mi descrivo sin da quando sono una bambina, perché così è come mi sento: sono curiosa e adoro farmi stupire continuamente da ciò che mi circonda, amo la natura, le sfide, la creatività. Tutto questo mi ha permesso di diventare la persona che oggi sono e fare il lavoro dei miei sogni: l’educatrice! Non si deve mai aver paura di mettersi in gioco!!!