Molto spesso davanti al cancello della scuola o dell’asilo, i bambini si fermano, iniziano a piangere fino a quando il genitore non decide di riportarlo a casa. Basta una sola volta! Cosa fare quando il bambino manipola il genitore?

I bambini ne sanno sempre una più di noi!

Basta una sola volta
Perché il comportamento dei bambini peggiora quando c’è la madre?(www.bbmundo.com)

I bambini soprattutto intorno ai 2 anni, iniziano a prendere consapevolezza degli altri. Ma soprattutto affinano la capacità di captare quale siano le debolezze di chi hanno affianco, in modo particolare dei genitori. Sono piccoli ma particolarmente intelligenti, tanto da trovare sempre un modo per manipolare i grandi!

Questa descrizione potrebbe apparire irreale, ma invece è ciò che accade giornalmente. Tra i due genitori c’è sempre uno più “debole” dell’altro. Ovviamente ciò non significa che non si è bravi genitori, anzi, tutt’altro! Dare amore ai propri figli è il primo passo per diventare genitori speciali, ma a volte occorre essere in grado di tenere il punto senza farsi intenerire troppo.

Basta una sola volta!

Basta una sola volta
I bambini sanno sempre come corrompere i propri genitori (foto by Pixabay)

Quando si decide di portare il bambino all’asilo nido o inizia la scuola materna, ci sarà un primo periodo di inserimento. Come spesso evidenziato, questo momento è particolarmente importante, soprattutto per il genitore. Cosa si intende dire con “Basta una sola volta!”? Con questa affermazione, che molti genitori si sono sentiti dire da educatori ed insegnanti, si intende dire che al bambino basta vincere una volta solamente per aver ottenuto il controllo sul proprio genitore. Ad esempio se davanti al cancello un bambino inizia a fare dei capricci senza motivo, riportarlo a casa una volta vorrà dire che anche nei giorni successivi il bambino continuerà a piangere. Questo perché, il piccolo ha compreso che ad una sua reazione simile, il genitore si comporterà di conseguenza.


Piaciuto l'articolo?

Esprimi il tuo giudizio da 1 a 5 stelle

Media voti espressi / 5. Votanti:

Hai trovato interessante questo articolo...

Condividilo sui tuoi social network

Siamo spiacenti che il nostro articolo non ti sia piaciuto

Aiutaci a crescere e migliorare


La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:
Deborah Farinon
In volo sulle ali della mia fantasia! Così mi descrivo sin da quando sono una bambina, perché così è come mi sento: sono curiosa e adoro farmi stupire continuamente da ciò che mi circonda, amo la natura, le sfide, la creatività. Tutto questo mi ha permesso di diventare la persona che oggi sono e fare il lavoro dei miei sogni: l’educatrice! Non si deve mai aver paura di mettersi in gioco!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here