Il primo voto non si scorda mai: ma i ragazzi sanno come funziona il sistema elettorale?

Domenica 4 marzo siamo tutti chiamati a votare per eleggere il nuovo parlamento, composto da deputati e senatori. Per molti giovani si tratterà del loro primo voto, cosa devono sapere prima di recarsi alle urne?

Il primo voto elezioni elettorali 2018: ma i ragazzi sanno come funziona il sistema elettorale?

Avere un’idea chiara sul primo voto è importante, anche se non si è ancora maggiorenni. Le elezioni politiche sono il momento più importante della vita democratica italiana. Il momento in cui è possibile esprimere liberamente il proprio giudizio e la propria preferenza che riguarda il futuro del nostro Paese. Ecco, quindi, alcune nozioni base che tutti i ragazzi devono sapere prima di recarsi ai seggi.

primo voto
Il primo voto elezioni elettorali 2018: ma i ragazzi sanno come funziona il sistema elettorale? (http://tg24.sky.it)

Per le elezioni che si terranno domenica 4 marzo, tutti i cittadini maggiorenni riceveranno due schede elettorali: una per la Camera ed una per il Senato (solo per chi ha compiuto 25 anni), più una terza scheda dove si vota anche per le elezioni regionale (lazio e Lombardia). Mentre tutti gli studenti maggiorenni sono direttamente coinvolti nel loro primo voto, i più piccoli potranno soltanto restare a guardare cosa accadrà. Ma molti di essi saranno comunque interessati alle elezioni perché gli istituti che saranno adibiti a seggi resteranno chiusi per tutta la durata delle elezioni politiche, precisamente da venerdì 2 marzo a lunedì 5 marzo.

Si vota, quindi, in tutta Italia per eleggere il nuovo Parlamento, composto da 630 deputati e 315 senatori, più 5 senatori a vita. Mentre, nelle regioni Lazio e Lombardia, si voterà anche per rinnovare i presidenti e le giunte regionali. I parlamentari eletti dovranno poi trovare un accordo per scegliere e votare, al loro volta, il nuovo governo che guiderà il Paese per i prossimi 5 anni, quindi fino al 2023.

Come funziona la nuova legge elettorale Rosatellum?

La nuova legge elettorale, nota come Rosatellum (dal nome del deputato che l’ha sostenuta, Ettore Rosato, è una legge ibrida basata su un sistema di ripartizioni dei seggi misto, per due terzi proporzionale e per un terzo maggioritario. Questo significa che un terzo dei seggi totali (232 per la Camera e 102 per il Senato) è assegnato con metodo maggioritario in collegi uninominali, cioè in collegi dove il candidato che ottiene anche un solo voto in più dei suoi avversari viene automaticamente eletto.

Primo voto elezioni 2018: come votare e cosa portare

Se hai appena compiuto 18 anni è arrivato il momento del tuo primo voto per le prossime elezioni elettorali del 4 marzo 2018. Basta recarti presso il seggio a cui sei stato assegnano, nel tuo Comune di residenza. Sulla tua tessera elettorale troverai indicato il numero del seggio. Non dimenticare di portare con te la tessera elettorale che, in caso di smarrimento o se non ti è mai arrivata a casa, potrai richiederne un duplicato in comune. Occorre inoltre il documento di riconoscimento in corso di validità.

Non è consentito entrare all’interno delle cabine elettorali con il cellulare. Quindi è meglio non portarlo con se, oppure bisogna consegnarlo al Presidente di seggio, insieme alla tessera elettorale e al documento. Il Presidente di seggio consegnerà a sua volta la scheda elettorale e la matita con cui si dovrà votare. Non sono ammesse altre penne o matite. A questo punto non resta che recarsi all’interno della cabina e con una X votare il simbolo della lista che si desidera votare, secondo il programma che si ritiene migliore per il Paese. Qualsiasi altro segno al di fuori del voto (scritte, scarabocchi, o X a più simboli) renderà la scheda nulla. Una volta votato, basta piegare la scheda, inserirla nell’apposita scatola, consegnare la matita e riprendere il proprio documento e la tessera elettorale.

Potrebbe interessarti anche:
Iscriviti gratuitamente al canale TV:

Lasciaci un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.