Ricordare degli avvenimenti importanti della propria vita, costruirci un bagaglio di momenti che ci accompagni nel nostro viaggio è assai importante. Noi adulti possiamo immagazzinare delle emozioni vissute con i nostri figli, ma loro si ricorderanno i momenti belli dei loro primi anni di vita trascorsi assieme? Ecco perché è importante sviluppare la memoria, sia a lungo che a breve termine. Ma come possiamo stimolare questa capacità nei bambini?

La memoria e i bambini

memoria
Stimolare la memoria dei bambini attraverso le immagini, i giochi e le attività mnemoniche (foto by Unsplash)

La memoria è una capacità intrinseca della persona, ma come ogni altro elemento di questo tipo va stimolato. In modo particolare quando si è bambini il percorso di stimolazione deve essere un lento e distribuito nel tempo. Se un bimbo vede un oggetto una sola volta, quando lo rivedrà dopo qualche tempo non lo ricorderà. Per questo motivo, la capacità mnemonica dei più piccoli va allenata continuamente.

A questo scopo esistono delle tecniche di memoria che si possono proporre ai bambini, partendo dalla pratica quotidiana inserendo nel contesto l’oggetto da ricordare e ripetere e rinfrescare le informazioni che lo riguardano. Per imparare il nome di un oggetto ed il suo uso basta proporglielo e spiegarlo. Ad esempio, la palla: giocare con la palla spiegando al bambino che è un oggetto rotondo (anche se sferico quando sono piccoli è meglio trasmettere concetti più semplici) che rotola, ricordargli ogni volta nome e colore della stessa. In questo modo il bambino prende confidenza con tale informazioni assimilandole. Questo tipo di esercizio è alla base dell’allenamento mnemonico.

Attività e giochi per stimolare la memoria

Ci sono delle simpatiche attività e giochi divertenti, attraverso i quali andare a lavorare su detta capacità assieme al bambino. In particolar modo, con questi giochi si va a stimolare la memoria visiva preparando il bambino alla sua futura vita, dalla scuola al lavoro da adulto. Tra i giochi che aiutano in questo percorsco ci sono: il memory; i giochi di identikit nei quali il bambino deve ricordare le fisionomie e descriverle; ed anche alcuni giochi di carte più tradizionali. Anche l’apprendimento di canzoncine e filastrocche è molto utile per allenare la memoria, magari associando le parole a dei gesti inerenti al significato.


Piaciuto l'articolo?

Esprimi il tuo giudizio da 1 a 5 stelle

Media voti espressi / 5. Votanti:

Hai trovato interessante questo articolo...

Condividilo sui tuoi social network

Siamo spiacenti che il nostro articolo non ti sia piaciuto

Aiutaci a crescere e migliorare


La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:
Deborah Farinon
In volo sulle ali della mia fantasia! Così mi descrivo sin da quando sono una bambina, perché così è come mi sento: sono curiosa e adoro farmi stupire continuamente da ciò che mi circonda, amo la natura, le sfide, la creatività. Tutto questo mi ha permesso di diventare la persona che oggi sono e fare il lavoro dei miei sogni: l’educatrice! Non si deve mai aver paura di mettersi in gioco!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here