Aerosol, è davvero efficace per curare tosse e raffreddore?

L'efficacia dell'aerosol nei bambini è scientificamente dimostrata solo in alcuni casi ben specifici.

Aerosol, è davvero efficace per curare tosse e raffreddore?

La prima cosa che facciamo, in caso di tosse e raffreddore dei nostri bambini, è chiedere aiuto ad un dispositivo ormai presente in ogni singola abitazione, il cui utilizzo è per tutti indispensabile: l’aerosol.

Ma siamo sicuri di utilizzarlo in modo appropriato? Sono molti i dubbi sull’utilità di questa pratica nel curare i malanni di stagione, tra cui, tosse, raffreddore e in generale i problemi delle alte vie respiratorie, che molto spesso si risolvono da se.

Aerosol, è davvero efficace per curare tosse e raffreddore?
Anche il più banale dei raffreddori si può trasformare in bronchite. E, in questo caso, entra in scena l’aerosol accompagnato dal medicinale prescritto dal pediatra. (http://www.quimamme.it)

Aerosol, è davvero efficace per curare tosse e raffreddore?

L’aerosol ha la capacità di trasportare i farmaci nelle basse vie aeree: trachea, bronchi e polmoni. Ma per il suo utilizzo, bisogna fare una distinzione sulle malattie da trattare. Secondo il parere di diversi pediatri, in più della metà dei casi, la terapia con aerosol è inutile. Deve essere utilizzato per la cura di bronchiolite, della bronchite asmatica e della laringite. Ma, al contrario, non serve nella rinofaringite, nella faringo/tonsillite e nell’otite media acuta, i comuni malanni della stagione.

Consigli utili

In caso di eccesso di catarro nelle alte vie aeree, l’unica pratica efficace sono i lavaggi nasali con una siringa riempita di soluzione fisiologica (10 ml per narice nei lattanti, 5 ml nei neonati), facendo passare il liquido da una narice all’altra. Questo procedimento è utile per evitare la colonizzazione batterica nasale.

Sembrerebbe che, la maniera migliore per curare tosse e raffreddore, ma anche per prevenire tali infiammazioni, è quella di adottare queste semplici abitudini:

  • Invitare il bambino a bere di frequente,
  • Effettuare lavaggi nasali per eliminare il muco e il catarro,
  • Umidificare adeguatamente gli ambienti (45-55%)
  • Controllare che la temperatura in casa si mantenga sui 20° e non di più,
  • Lavare spesso le mani,
  • Utilizzare solo fazzolettini di carta.
Potrebbe interessarti anche:

Lasciaci un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here