Come capire se il proprio figlio subisce maltrattamenti a scuola?

In genere noi adulti tendiamo a pensare che se un bambino non dice ha dimenticato. Non è così. I traumi rimangono tali proprio se restano sotto la pelle, pronti ad emergere sotto forma di disturbo psicologico quando le condizioni saranno propizie.

Come capire se il proprio figlio subisce maltrattamenti a scuola?

Visto le continue notizie che smascherano un numero sempre più alto di scuole dell’orrore, ogni mamma cerca di captare nei comportamenti del proprio figlio eventuali disagi. Un cambiamento drastico o atteggiamenti particolari da parte del nostro bambino possono essere campanelli di allarme che ci indicano che qualcosa non va.

Ecco, quindi, alcuni segnali da non sottovalutare per capire se il nostro bambino è al sicuro a scuola.

Come capire se il proprio figlio subisce maltrattamenti a scuola?
E’ ormai lunga la lista di scuole dell’orrore in tutta Italia, lista che non è sicuramente destinata a terminare… (http://catania.meridionews.it)

Come capire se il proprio figlio subisce maltrattamenti a scuola?

La vita frenetica di noi genitori e la difficoltà ad esprimersi per i nostri piccoli possono essere la causa principale che non ci permette di capire in tempo se il proprio bambino sta subendo maltrattamenti a scuola o all’asilo.

Il dialogo in famiglia è fondamentale, così come è importante dedicare tempo ai propri figli, non solo per ascoltarli, ma proprio perché è utile a tenere sotto controllo la situazione.

Quali sono i segnali da non sottovalutare?

  • Il rifiuto ad andare a scuola,
  • Il pianto prima di uscire di casa,
  • Lo stato d’animo all’uscita dalla scuola: il bambino può essere triste e privo di vitalità. o al contrario, agitato e con scatti d’ira,
  • Un’improvvisa aggressività,
  • Difficoltà a dormire,
  • Enuresi notturna,
  • Comportamenti autolesivi,
  • Comparsa di lesioni, lividi, graffi.

Inoltre, attraverso un disegno o un gioco, è possibile fare un analisi delle emozioni e sensazioni nascoste. E’ infatti possibile intuire una problematica a seconda del modo in cui il bambino sceglie i colori o da come muove un pupazzo.

Come capire se il proprio figlio subisce maltrattamenti a scuola?
I tratti che ci devono mettere in allarme sono: Segni puntiformi, Disegni di cose paurose e personaggi brutti, Tratti rigidi e disordinati, colori cupi. (http://blog.bimbonaturale.org)

Come bisogna comportarsi se il proprio bambino mostra questi segnali?

Innanzitutto il bambino, una volta a casa, deve sentirsi accolto in un ambiente amorevole e pieno di attenzioni. In modo che potrà sentirsi a suo agio per poter parlare liberamente di quello che avviene all’asilo o a scuola. E’ meglio non sollecitarlo a parlare con domande dirette, ma fargli capire che può tranquillamente esprimere i suoi pensieri.

Se il bambino mostra un qualsiasi disagio, è bene consultarsi con gli altri genitori ed insieme rivolgersi al dirigente scolastico. Se si scoprono più casi di bambini con disagi nella stessa classe, allora il dirigente deve subito esporre una denuncia per maltrattamenti su minori alla polizia, che provvederà a fare le dovute indagini.

In caso di maltrattamenti a scuola, sarà utile l’aiuto di un esperto psicoterapeuta per guidare la famiglia a superare il trauma e restituire la serenità al proprio bambino.

Potrebbe interessarti anche:

Lasciaci un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here