Camminare a piedi nudi: scopri i benefici per il tuo bambino

Quante volte raccogliamo da terra la scarpina o il calzino del nostro bambino che già a pochi mesi di vita mostra subito il desiderio di restare con i piedi scalzi? Seguendo l’istinto materno iperprotettivo, siamo disposte a raccogliere il calzino e rimetterlo al piede anche ogni minuto, purché il nostro bambino non corra il pericolo di raffreddarsi o per qualsiasi altro motivo che ci passa per la testa. Dopo aver letto questo articolo, sicuramente i nostri bambini saranno felici di lasciar liberi i loro piedini! Vediamo insieme perché camminare a piedi nudi fa bene ai nostri bambini.

Camminare a piedi nudi
Camminare a piedi nudi offre numerosi benefici ai nostri bambini (unsplash.com)

Perché fa bene camminare a piedi nudi?

E’ uno studio realizzato dall’Istituto di Scienze dello Sport dell’Università di Jena, in Germania, a confermarlo: camminare sui terreni come erba, sabbia e terra serve al corretto sviluppo del piede, poiché potenzia i muscoli della gamba. Inoltre, i bambini di età compresa tra i 6 e i 10 anni che svolgono attività fisiche senza scarpe possono sviluppare più facilmente le abilità, come ad esempio il salto e l’equilibrio. Insomma, i bambini che camminano a piedi nudi fin da piccolissimi dimostrano, quando diventano grandi, migliori prestazioni motorie.

Il piede è l’organo propriocettivo per eccellenza

Il piede, per imparare a sorreggerci deve interagire con l’ambiente attraverso la ricezione di stimoli sensoriali. E’ per questo che il bambino quando nasce tende ad indirizzare i piedi verso la mamma ed il papà per vivere le prime esperienze di contatto. E, crescendo, non sopporta le scarpe ai piedi perché stare scalzi non solo regala un senso di libertà, ma garantisce il contatto con l’ambiente che li circonda facilitando l’esplorazione e la conoscenza.
Camminare sui terreni propriocettivi come l’erba, la sabbia e la terra, mettendo in difficoltà il piede, lo aiutano ad un corretto sviluppo perché potenzia i muscoli della gamba.

E’ per questo motivo che si consiglia di lasciare il proprio bambino libero di camminare a piedi nudi, evitando di costringerlo ad indossare sempre una calzatura che, si ricorda, è una forzatura.

Bambini scalzi: tutti i benefici

Come già accennato, camminare a piedi nudi è per i bambini un senso di libertà e di felicità, nonché di facilità ad esplorare il mondo, entrando a stretto contatto con tutto ciò che lo circonda. Inoltre aiuta a raggiungere più facilmente il senso di equilibrio e stabilità. Ma non solo, sono ancora molti i benefici per i bambini che amano camminare a piedi nudi:

  • Più consapevolezza di se stessi: camminare scalzi aumenta nei bambini la consapevolezza di se stessi, grazie al contatto con la terra o il pavimento mettendo in moto i sensi che interagiscono per aumentare le competenze dei più piccoli.
  • Camminare prima: lasciare scalzi i bambini molto piccoli aiuta a favorire una camminata precoce perché sentendosi meglio ancorati al terreno, hanno l’opportunità di sperimentare i loro primi passi in maniera libera e senza costrizioni ai piedi, come scarpe o ciabatte.
  • Salute della pianta del piede: le calzature, soprattutto se non sono di qualità, possono portare alla comparsa di problemi ai piedini. Camminare scalzi invece migliora la formazione della pianta del piede evitando anche il problema del piede piatto. Inoltre, indossare scarpe favorisce la formazione di funghi, batteri, sudore, calli e cattivi odori, tutte situazioni evitabili camminando scalzi.

Quindi, quando possibile, lasciamo camminare scalzi i nostri bambini, soprattutto in casa, in giardino, in spiaggia. Inoltre, limitiamo l’uso della calzatura ai bambini che ancora non camminano in quanto risultano essere un accessorio assolutamente inutile.


Piaciuto l'articolo?

Clicca sulle stelle ed esprimi la tua idea

Media voti espressi / 5. Votanti:

Hai trovato interessante questo articolo...

Condividilo sui tuoi social network

Siamo spiacenti che il nostro articolo non ti sia piaciuto

Aiutaci a crescere e migliorare


La tua opinione per noi è molto importante.
Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here