I bambini, soprattutto in questo periodo e in particolar modo chi ha iniziato ora ad andare a scuola, si ammalano. Si tratta solitamente di semplici mali di stagione, ovviamente da non sottovalutare, ma neanche da gestire come fossero situazioni gravissime. Ma negli ultimi anni si sono verificati dei casi di laringite difterica. Di cosa si tratta? Ecco come riconoscerla ed intervenire.

Cos’è la Laringite e come si presenta nei bambini?

Scopri come alleviare la tosse dei bambini con i rimedi naturali
In età pediatrica è facile che si presenti la tosse acuta, che di solito dura solo qualche giorno accompagnata da raffreddore. (http://mamma.pourfemme.it)

La laringite può sopraggiungere con i primi freddi e si può diffondere facilmente poiché è particolarmente contagiosa. Il più delle volte colpisce i bambini dai 6 mesi ai 3 anni di età. Essa si presenta dapprima come un semplice raffreddore per poi andare a riguardare polmoni e trachea. Solitamente il primo sintomo evidente è una fastidiosa tosse metallica e una respirazione sonora e affaticata. Questa tosse, di solito, compare nottetempo ed improvvisamente. Tutto questo può essere seguito anche da un abbassamento della voce. La laringite può essere sviluppata da diversi virus: influenzale, respiratorio sinciziale e parainfluenzale. Altri sintomi di una laringite sono anche mal di gola, naso gocciolante e febbre. Nei casi più gravi la laringite colpisce l’apparato respiratorio, rendendo la respirazione particolarmente affannosa.

Come intervenire?

laringite difterica
come intervenire in presenza dei sintomi della laringite difterica (http://cdn.ent-surgery.com.au)

Se sopraggiungono i primi sintomi, soprattutto la tosse è bene portare il bambino dal pediatra per controllarlo. Il medico darà sicuramente una cura efficace. Con la terapia più adatta, infatti la situazione si ristabilisce entro le 48 ore. Di solito si procede per via orale attraverso inalazioni con l’aerosol. Se con le cure date dal medico e superate le 48 ore, la situazione non tende a migliorare, è cosa buona portare il bambino al pronto soccorso dove faranno ricerche più approfondite. Se la situazione non viene controllata, infatti, la laringite potrebbe tramutarsi in polmonite. Ma è comunque buona abitudine prevenire l’insorgere della laringite seguendo le regole igieniche basilari. Quindi: lavare le manine dei bimbi e lavarsi bene le mani, pulire sempre le superfici a cui possono accedere i più piccoli. Se foste interessati, dietro consulto del medico c’è anche un vaccino per prevenire l’insorgere della laringite.


Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!

Desidero inviare a Moondo una (scegli l'importo)
carte paypal



Potrebbe interessarti anche:
Iscriviti gratuitamente al canale TV:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.