Come si può insegnare ad un bambino a rimettere in ordine?

Quando si ha un figlio in casa è importante realizzare degli spazi dedicati a lui, in cui potersi muovere in tranquillità. La sua camera diventa così il suo regno, ma sin da piccolo il bambino deve imparare a prendersi cura delle sue cose e dei suoi spazi. Questo include anche il riordinare: ma come si può insegnare ad un bambino a rimettere in ordine?

Perché è importante imparare a riordinare i propri spazi

rimettere in ordine
Insegnare ai bambini a riordinare la propria stanza (foto by Pixabay)

Per il bambino, già dai primi anni di vita, è importante avere degli spazi organizzati in modo da potergli permettere di muoversi liberamente. Avere questo spazio include anche avere delle responsabilità, prima di tutto l’avere cura delle proprie cose (in primis i giocattoli). Per questo motivo è assai importante insegnare ai bambini a riordinare. Prima però bisogna organizzare lo spazio in modo semplice e rassicurante per garantire al piccolo di instaurare in quello spazio una capacità di orientamento autonoma.

L’importanza di una cameretta ben organizzata

Il bambino deve saper muoversi all’interno degli spazi e trovare le proprie cose e giocattoli. Questo avviene anche attraverso il riordinare. Per ottenere dei risultati occorre che la camera sia organizzata in maniera tematica. In questo modo il bambino apprenderà velocemente dove trovare e riporre gli oggetti di maggiore interesse. Nel caso contrario, se si tengono giocattoli ed oggetti in un unico contenitore, creerà difficoltà al bambino nel comprenderne la logica.

Per ottenere questi risultati potete utilizzare contenitori o ceste colorate suddivise per tema. In un contenitore tutte le macchinine, in un altro le bambole in un altro ancora le costruzioni e così via per tutti gli oggetti del vostro bambino. Per rendere di maggior comprensione la suddivisione potete applicare su ogni cesta metterete un’immagine rappresenta il contenuto. Questo facilita il lavoro del piccolo, aiutandolo a comprendere più facilmente la logica organizzativa. Non serve dire che ogni contenitore deve essere riposto ad un’altezza facilmente raggiungibile dal bambino. Così come deve essere facilmente trasportabile anche dal piccolo, per questo aiuta utilizzare contenitori con rotelle.

Come insegnare al bambino a riordinare?

Insegnare ad un bambino che dopo ogni attività bisogna riordinate deve diventare una routine, costante e continua. È importante che il piccolo apprenda come gestire le proprie cose in autonomia. Quindi, si inizia accompagnando ed aiutando il bambino a riordinare, ogni qualvolta egli decida di terminare il gioco o l’attività intrapresa. Ad esempio: il bambino colora e quindi prende fogli e pennarelli, una volta terminato di colorare, prima di passare ad altro dovrà riporre tutto il materiale nell’apposito contenitore.

Questo procedimento, viene appreso lentamente dal bambino, solo per semplice pigrizia. Come dire “c’è mamma o papà che riordinano per me”, ma questo non deve accadere. Al contrario, il bambino va stimolato in questo processo attraverso l’osservazione e la stimolazione. Una soluzione ottimale per raggiungere tale scopo è anche intraprendere l’attività di riordino come fosse un gioco. Ad esempio: “io ho un quaderno, dove va riposto?” il bambino inizierà a cercare il luogo esatto, una volta che indica il contenitore giusto va premiato dicendogli che è stato bravo e che solo ora può fare un altro gioco. Ma non deve essere stimolato attraverso premi materiali o punizioni, queste azioni devono entrare nella quotidianità del bambino come cose da fare senza secondi fini. Il piccolo deve comprendere (ed è in grado di farlo) che riordinare è qualcosa che va a suo favore.

Potrebbe interessarti anche:

Lasciaci un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.