Essere genitori comporta molte responsabilità, difficoltà e scelte, ovviamente oltre alle grandi gioie. Ma a volte, l’essere troppo ansiosi ed iperprotettivi nei confronti dei figli non è il modo corretto per proteggere il proprio bambino. Tenere un bambino in una campana di vetro non aiuta il suo corretto sviluppo, anzi potrebbe portare a difficoltà maggiori di un ginocchio sbucciato.

La ricerca

genitori iperprotettivi
Genitori iperprotettivi (http://www.focusonthefamily.com)

Recentemente è stata pubblicata sul Journal of Positive Psychology, una delle più vaste su questo tema, i risultati di una lunga ricerca relativa allo sviluppo del bambino. I ricercatori hanno osservato la crescita di alcune persone sin dalla loro nascita. Gli studiosi, nel corso della ricerca, hanno potuto evidenziare come i figli di genitori che tenevano un comportamento troppo opprimente nel tempo hanno espresso maggiori problematiche. Mentre i figli di genitori meno protettivi, hanno sempre dimostrato livelli di felicità e benessere più alti.

L’importanza dell’infanzia

genitori iperprotettivi
L’infanzia è un momento fondamentale per la crescita del bambino (https://lamenteemeravigliosa.it)

Abbiamo già evidenziato quanto l’infanzia incida sulla crescita e sullo sviluppo di un bambino. Ed ancora, il comportamento dei genitori durante questo periodo della vita è particolarmente incisivo. Secondo la suddetta ricerca, infatti, i bambini cresciuti con dei genitori iperprotettivi, hanno sviluppato comportamenti infelici. Il costante controllo, soprattutto psicologico di un genitore sul un bambino, in particolare durante la sua infanzia, può creare delle rotture lungo il percorso di crescita del bambino.

Danni permanenti

ADOLESCENTI E GENITORI ALLE PRESE CON LO STUDIO
ADOLESCENTI E GENITORI ALLE PRESE CON LO STUDIO (http://www.adolescienza.it)

Un genitore che sente il continuo bisogno di tenere sotto controllo sia psicologicamente che fisicamente il proprio figlio, va a creare in quest’ultimo dei danni permanenti ed a lungo termine. Infatti, un bambino che si sente controllato continuamente dal genitore, non riesce a raggiungere un livello di capacità ed autonomia ideale. Sta di fatto che una persona cresciuta con genitori iperprotettivi non presente una completa indipendenza né un buon livello di autostima. Questo è causato dall’incapacità di saper ponderare il proprio comportamento a seconda delle situazioni.

I ricercatori hanno fatto notare come, invadere la privacy del figlio o non permettergli di prendere delle decisioni relative alla propria vita autonomamente, li porti ad avere sempre bisogno della figura genitoriale. Questo vuol dire che, anche crescendo e diventando adulti, non diventeranno mai persone indipendenti.


Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)

GRATIS!!! SCARICA LA APP DI MOONDO, SCEGLI GLI ARGOMENTI E PERSONALIZZI IL TUO GIORNALE



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:
Deborah Farinon
In volo sulle ali della mia fantasia! Così mi descrivo sin da quando sono una bambina, perché così è come mi sento: sono curiosa e adoro farmi stupire continuamente da ciò che mi circonda, amo la natura, le sfide, la creatività. Tutto questo mi ha permesso di diventare la persona che oggi sono e fare il lavoro dei miei sogni: l’educatrice! Non si deve mai aver paura di mettersi in gioco!!!